::: AD FORMANDUM impresa sociale – socialno podjetje

Contattaci

info@adformandum.org

TS / +39.040.566360

GO / +39.0481.81826

nov 30 2017

Juliet – Cassalia

Mercoledì 13 dicembre 2017

ore 18.30 “dai miei viaggi”

fotografie  di Giuseppe Cassalia

creazioni culinarie degli allievi del corso Operatore della ristorazione-cuoco

in collaborazione con Associazione Juliet

Mercoledì 13 dicembre, a partire dalle ore 18.30, presso l’affascinante sede dell’Impresa Sociale AD FORMANDUM, in via Ginnastica 72, si inaugura la mostra fotografica di Giuseppe Cassalia “Viaggi”.

Giuseppe Cassalia è un autore che si affaccia al mondo della fotografia a partire dagli anni di studio universitari, soprattutto in ambito architettonico per toccare poi i temi del ritratto e del viaggio. In questa occasione la puntualizzazione è proprio sul tema del viaggio: foto che emergono per un’impeccabile cura del dettaglio, accompagnata da una post-produzione e un grande controllo del colore e del bianco e nero, visto che l’autore a seconda delle condizioni proposte o delle necessità operative passa indifferentemente dall’uso della tecnologia digitale al sistema analogico.

Nella raccolta di questo primo incontro, verranno presentate le foto  di paesaggi fotografati durante i viaggi compiuti in Europa, Africa e Medio Oriente: itinerari di tipo turistico ma dove spesso l’autore ha provato a ricercare delle storie, addentrandosi nella quotidianità di mondi diversi dal suo per ricavarne un bagaglio di esperienze capace di arricchirlo.

Situazioni affascinanti, spunti romantici o situazioni ipermoderne; comunque un insieme di scatti insoliti, privilegiati e da condividere. Continente, che ancora riserva luoghi sconosciuti al turista occidentale. Ed è proprio in questi luoghi che avviene la sua trasformazione da turista a viaggiatore. La ricerca degli usi e dei costumi locali occupa gran parte della preparazione dei suoi viaggi e tale lavoro viene sicuramente ripagato dalla qualità delle immagini riportate a casa.

La mostra, organizzata con il concorso dell’Associazione Juliet di PhotoImago, sarà visitabile fino al 28 febbraio 2018, da lunedì a giovedì, fino alle ore 17.00. Per ulteriori informazioni:  335-264611 oppure info@adformandum.org

——————————————————————————————————————————

AD FORMANDUM…. dicembre 2017…. GIUSEPPE  CASSALIA risponde ad alcune domande

Ci puoi parlare brevemente degli aspetti più caratteristici del tuo lavoro fotografico? Il mio interesse verso la fotografia è nato preparando gli esami all’università di architettura spesso corredati da una notevole mole di documentazione fotografica; i soggetti erano vecchi edifici, centri storici e opere murarie che non lasciavano libero sfogo alla mia creatività ma dove si poteva leggere l’inequivocabile traccia dell’ingegno umano e della storia. Al fine di rendere “parlanti” quelle fotografie, ho provato a ricercare l’essenza nella complessità  dell’insieme attraverso inquadrature di piccoli dettagli isolati che, inseriti all’interno di una corretta composizione, potessero suggerire un univoco messaggio emozionale. In seguito, ho azzardato puntando l’obbiettivo verso le persone che incontravo e da quel momento i soggetti delle mie foto sono diventate le persone ritratte nella loro quotidianità, molte volte consenzienti o fotografate “al volo” per non far trasparire l’imbarazzo di un’innaturale messa in posa. Le mie prime fotografie le ho scattate con una macchina fotografica compatta a pellicola e con la Lubitel di mio padre; proprio da quest’ultima ho imparato i principi della tecnica di ripresa applicandoli, successivamente, alla mia prima reflex con cui ho fatto “scuola” realizzando caricatori interi di diapositive. Di fondamentale importanza sono state le mostre e i libri dei grandi fotografi, fonte d’ispirazione e guida verso la sintesi della realtà rappresentata in un singolo frame,catturato attraverso il mezzo fotografico che ha la sola funzione di semplice strumento meccanico con cui si materializza in mio messaggio.

Come ti poni in relazione con la vita dei cineclub triestini? A Trieste ho frequentato il Circolo Fotografico Wärtsila per molti anni in cui ho avuto l’opportunità di confrontarmi con altri fotoamatori e conoscere personalmente dei grandi fotografi. La partecipazione ai concorsi interni al circolo hanno contaminato positivamente e incentivato la mia produzione fotografica, hanno sviluppato il mio senso estetico, tecnico e compositivo sulla base delle “chiacchiere” fatte in quelle occasioni ma, cosa per me molto più importante, sono stati momenti costruttivi per far nascere sincere amicizie che mi accompagnano ancora oggi.

Che cosa pensi di Trieste? Ritengo Trieste una splendida città, vivibile e a misura d’uomo. La bellezza della città la si ritrova nelle sue austere architetture neoclassiche, nei tanti versi scritti da illustri personaggi, nelle più ironiche rime cantante dentro le osterie o nel dialetto volutamente parlato in ogni ambiente lavorativo senza distinzione di categoria.

Tu propendi per il sistema analogico o per quello digitale? Ho iniziato con l’analogico e successivamente ho scelto di utilizzare il sistema digitale per le foto a colori, ritenendolo molto più pratico ed economico in quanto si può selezionare cosa stampare; per le foto in bianco e nero rimango legato all’analogico soprattutto perché adoro lavorare in camera oscura dove sviluppo e stampo per molte ore, al fine di ricostruire quell’immagine ritratta al momento dello scatto e riviverne le stesse emozioni. Ahimè, non provo lo stesso trasporto emozionale durante la post-produzione al computer e chi ha avuto esperienze in camera oscura potrà capire di cosa parlo.

Quali opere hai intenzione di presentare nella sede dell’impresa sociale AD FORMANDUM? Nella raccolta del primo incontro, presenterò i paesaggi fotografati durante i miei viaggi in Europa, Africa e Medio Oriente, itinerari di tipo turistico ma dove spesso ho provato a ricercare delle storie, addentrandomi nella quotidianità di mondi diversi dal mio e ricavarne un bagaglio di esperienze capace di arricchirmi.

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che il nostro sito utilizza cookies cd "tecnici" al solo scopo di migliorare la qualità della navigazione all'interno del sito web. Per dettagli più specifici si rinvia alla lettura dell'INFORMATIVA. Proseguendo nella navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookies.